ATP Antalya - Thiem guida il seeding, attenzione a Khachanov

Continuano i tornei sull'erba, si vola in Turchia. Thiem il numero uno del tabellone, seguito da Lorenzi. Occhio a Khachano, semifinalista ad Halle.

ATP Antalya - Thiem guida il seeding, attenzione a Khachanov
ATP Antalya - Thiem guida il seeding, attenzione a Khachanov

Non ci sono i grandi nomi di Halle e del Queen's, ma il neonato torneo ATP 250 di Antalya può comunque vantare un top ten all'interno del suo tabellone, Dominich Thiem. Il giovane austriaco ha deciso di saltare il torneo di Stoccarda, vinto da Lucas Pouille e in cui aveva trionfato lo scorso anno, per dedicarsi al torneo turco dove è l'indiscusso favorito. Il sorteggio lo vede già al secondo turno, dove incontrerà Dutra Silva o l'indiano Ramanathan, tennista proveniente dalle qualificazioni.

Stessa sorte a riguardo del primo turno anche per la seconda testa di serie del torneo, Paolo Lorenzi. L'italiano partirà dai sedicesimi affrontando il vincente tra Joao Sousa e Radu Albot, con il portoghese favorito.  Ai quarti potrebbe esserci il derby italiano con l'altro azzurro presente in Turchia, Andreas Seppi che esordirà contro il qualificato Majchrzak, alla ricerca di punti per risalire nel ranking e di buone sensazioni in vista di Wimbledon. Attenzione, però, perché a far saltare il possibile derby potrebbe esserci Khachanov. Il russo è la quinta testa di serie, ma ad Halle è arrivato sino alle semifinali dove si è piegato dopo una bella lotta con sua maestà Roger Federer, mostrando tutta la sua affinità con l'erba derivante, anche, dal suo potente servizio. Il talento della Next Gen è una delle mine vaganti del tabellone turco, anche se l'esordio con Tipsarevic sarà già un bel banco di prova, e a fargli compagnia ci sono Viktor Troicki e l'altro tennista della Next Gen, Borna Coric

Per il giovane croato il torneo di Antalya è l'esordio sull'erba in questa stagione, dopo le due sconfitte patite al primo turno di Halle e Wimbledon dello scorso anno  e chissà che i miglioramenti di quest'anno non siano consistenti anche sul verde. Presenti in Turchia anche due terraioli come Verdasco, in cerca di punti per il suo ranking, e Ferrer che accede al tabellone grazie ad un wild card e proverà a trovare fiducia nel suo tennis dopo un avvio di stagione da incubo.