WTA - La classifica, poche variazioni

Vandeweghe nelle dieci, Giorgi miglior azzurra.

WTA - La classifica, poche variazioni
WTA - La classifica, poche variazioni

Il 2017 al femminile si chiude con una situazione di profonda incertezza. Senza Serena Williams, attesa al rientro con l'avvento del 2018, sono tre le giocatrici in grado di stagliarsi al di sopra della concorrenza, almeno in termini numerici. Simona Halep è la n.1, ma il suo vantaggio su Garbine Muguruza è risicato - 40 punti. Osserva da vicino le due Caroline Wozniacki, la dominatrice delle finals di Singapore. In quarta piazza, troviamo Karolina Pliskova, la ceca precede Venus Williams ed Elina Svitolina. 

L'unica novità in top ten è rappresentata da Coco Vandeweghe, semifinalista al recente US Open e protagonista a Zhuhai - finalista. Scala due posizioni, sopravanza Mladenovic - mesi nel dimenticatoio - e Kuznetsova. Al tredicesimo posto ecco Sloane Stephens, mirabolante a Flushing Meadows e come prosciugata mentalmente negli appuntamenti successivi. Nelle finali B, disco rosso al primo impegno, ritiro nel secondo. Pungola la Stephens, Julia Goerges, regina nel citato torneo di Zhuhai e in continua ascesa a dispetto di un'età non più verdissima. Novità di stagione, come la 21enne Ashleigh Barty, finalista a Wuhan e semifinalista a Zhuhai. 

Si affaccia tra le prime venti la Rybarikova - n.20, +2 - mentre continua a perdere terreno l'ex n.1 Angelique Kerber, ora n.21. 

Poca Italia. Camila Giorgi - ultimo match all'US Open, 1T con la Rybarikova - è n.79, più indietro la Schiavone - n.90. Occorre oltrepassare la posizione n.100 per trovare le veterane Vinci ed Errani. N.111 la prima, n.143 la seconda, nel mezzo la giovane Paolini - n.137. 

Le prime dieci 

1) Halep 

2) Muguruza 

3) Wozniacki 

4) Ka.Pliskova 

5) V.Williams 

6) Svitolina 

7) Ostapenko 

8) Garcia 

9) Konta 

10) Vandeweghe