Europei 2018, tuffi: Jack Laugher sul tetto d'Europa anche dai tre metri, Marsaglia sesto

Il britannico bissa l'oro conquistato nella prova da 1 metro, laureandosi campione continentale dai tre. Gara stellare anche alle sue spalle con l'argento al veterano russo Zakharov e il bronzo all'altro russo Kuznetsov. Ottimo sesto posto per Lorenzo Marsaglia, alla prima finale internazionale dal trampolino 3 metri.

Europei 2018, tuffi: Jack Laugher sul tetto d'Europa anche dai tre metri, Marsaglia sesto
Europei 2018, tuffi: Jack Laugher sul tetto d'Europa anche dai tre metri, Marsaglia sesto

Gara incredibile quella in scena alla Royal Commonwealth Pool di Edimburgo valida per gli Europei 2018 di tuffi. La seconda finale di giornata, dopo quella dalla piattaforma sincro 10 metri maschile, ha assegnato le medaglie nella specialità olimpica del trampolino 3 metri.

Grande rammarico per l’assenza di Giovanni Tocci, argento due giorni fa nella gara da 1 metro, e non qualificato in mattinata per il clamoroso errore sul triplo e mezzo rovesciato raggruppato che ha ottenuto uno zero irrecuperabile per accedere alla finale. Sfortunato il cosentino, caduto nello stesso errore in cui incorse ai Mondiali di Budapest 2017.

Gara invece da incorniciare per l’altro azzurro, Lorenzo Marsaglia. Il romano, alla prima finale internazionale dai 3 metri, chiude con un sesto posto e un punteggio oltre i 400 punti (409.70). In una gara giocata su livelli stellari, l’azzurro è stato quasi impeccabile gravitando in quinta posizione fino all’ultima rotazione. Poi, la sbavatura in ingresso in acqua nel quadruplo e mezzo avanti, pagato solo 55.10, gli ha fatto perdere una posizione ma non ha compromesso l’ottima prova complessiva.

Accesissima la lotta per il podio tra il britannico Jack Laugher ed il russo Ilya Zakharov, oro in sei finali su sette disputate della specialità. Ad aver la meglio, alla fine, è stato il padrone di casa. Un punteggio stellare quello del britannico, 525.95, alla doppietta dopo l’oro conquistato due giorni fa nella gara da 1 metro. Zakharov, dal canto suo, ha provato a tener testa a Laugher ma l’imprecisione nella terza rotazione ha compromesso le possibilità di conquistare l’oro nonostante i 93.10 punti ottenuti con l’ultimo tuffo, il quadruplo e mezzo avanti raggruppato. 519.05 per lui e medaglia d’argento.  Chiude il podio l’altro russo Evgeny Kuznetsov, anch’egli sopra i 500 punti (508.05), a testimoniare il livello notevole di questa finale.