Serie A - Llorente non si ferma più: il Napoli ne fa 4 al Lecce e accorcia in vetta
Foto: Twitter @sscnapoli

Serie A - Llorente non si ferma più: il Napoli ne fa 4 al Lecce e accorcia in vetta

Al Via del Mare i ragazzi di Ancelotti portano a casa i tre punti senza troppi patemi: 1-4 con doppietta del "Re Leone" Llorente.

giorgiofreschi
Giorgio Freschi

Nel segno del Re Leone. Vince ancora il Napoli di Ancelotti che al Via del Mare vince 1-4 contro il Lecce grazie ancora ai gol di Fernando Llorente, autore di una doppietta. Successo che arriva senza particolari sofferenze per i partenopei: vantaggio proprio con l'ex Tottenham, raddoppio firmato da Insigne su rigore (al secondo tentativo, dopo il movimento irregolare di Gabriel) e poi tris con il bel sinistro a giro di Fabian Ruiz. A metà secondo tempo il gol su rigore di Mancosu al quale però il Lecce non dà seguito e quindi ci pensa ancora Llorente a firmare il risultato finale. Napoli che sale al terzo posto a 9 punti, il Lecce si ferma invece a 3 punti.

Le formazioni

Soltanto un cambio per Liverani rispetto al Monday Night contro il Torino: dal centrocampo in giù tutti confermati, davanti la prima punta di giornata è Farias che viene avanzato rispetto al match dell’Olimpico Grande Torino, con l’inserimento di Mancosu al posto di Lapadula nei due a supporto della punta. Diversi cambi invece nel Napoli che sceglie Ospina tra i pali, un centrocampo più tecnico che muscolare con Elmas e Zielinski centrali, Fabian a destra e Insigne a sinistra con compiti prevalentemente offensivi. Davanti coppia pesante composta da Milik e il neo-arrivato Llorente.

La partita

I primi venti minuti del Napoli non fanno di certo felice Carlo Ancelotti che più volte si ritrova a richiamare i suoi per i tanti errori in mezzo al campo che permettono al Lecce di chiudersi e poi ripartire in velocità con Falco, Mancosu e Farias. Proprio questi ultimi due sono i più pericolosi per i giallorossi che hanno due occasioni interessanti, una al quarto d’ora e l’altra a cinque minuti di distanza: al 15’ a provarci è il brasiliano che riceve al limite ma strozza troppo il destro e la palla si chiude sul primo palo, al 20’ spreca tutto Mancosu che sfrutta il recupero palla su Zielinski in uscita, calciando sul fondo da ottima posizione. Da dopo il ventesimo si accende finalmente il Napoli che aumenta di ritmo e Gabriel è chiamato ad intervenire in maniera decisiva per tre volte nel giro di un minuto: al 23’ Insigne sterza e calcia sul primo palo, Gabriel mette in corner bene e sugli sviluppi dello stesso il brasiliano compie due miracoli prima su Llorente e poi sul tap-in ravvicinato di Fabian Ruiz. I segnali di un Napoli diverso hanno la loro conferma al 28’ con il gol ancora una volta di Fernando Llorente: dopo i gol a Samp e Liverpool l’ex Tottenham ne fa un altro, questa volta di rapina sul tiro deviato di Milik. Il vantaggio scioglie i ragazzi di Ancelotti che al 35’ conquistano il calcio di rigore: girata di Llorente deviata con il braccio da Tachtsidis che non viene graziato dall’on-field review. Dal dischetto va Insigne che calcia malissimo, para Gabriel che però non ha almeno un piede sulla linea: rigore da ribattere e questa volta arriva lo 0-2 firmato Insigne.

In avvio di secondo tempo il Napoli chiude subito i conti firmando lo 0-3 con Fabian in contropiede che trova il palo lontano con un bel sinistro a giro. Dopo il gol dell’ex Villareal la partita sembra ormai in cassaforte ma il Lecce non demorde, cerca comunque di farsi vedere dalle parti di Ospina che al 58’ regala l’opportunità ai salentini di riaprirla: ottimo intervento sul tiro dalla distanza di Tabanelli da parte del portiere messicano che poi prova ad andare a recuperare il pallone ma in uscita travolge Filippo Falco concedendo il rigore che Mancosu realizza benissimo. Il gol dell’1-3 dà un po’ più di animo ai padroni di casa che cercano la rimonta inserendo anche Lapadula che al 71’ ha un’ottima palla gol per riaprirla definitivamente ma di testa spara alto. Dopo lo spavento il Napoli torna quindi in controllo e cala il poker definitivo ancora con il tap-in di Llorente che sfrutta la respinta corta di Gabriel per salire a quota quattro con la maglia azzurra. Il finale è di pura amministrazione per il Napoli che corre solo un rischio sul tiro di Tabanelli che viene deviato da Ospina sul palo. Al Via del Mare finisce quindi 1-4 per il Napoli.

Il tabellino

Lecce: 4-3-2-1 | Gabriel; Rispoli (Benzar, min. 70), Lucioni, Rossettini, Calderoni; Tabanelli, Tachtsidis (Petriccione, min. 46), Majer; Mancosu, Falco (Lapadula, min. 65); Farias. All: Liverani

Napoli: 4-4-2 | Ospina; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Fabian Ruiz, Elmas (Callejon, min. 74), Zielinski, Insigne; Milik (Lozano, min. 73), Llorente (Luperto, min. 87). All: Ancelotti

Marcatori: 0-1, min. 28, Llorente. 0-2, min. 40, Insigne. 0-3, min. 52, Fabian Ruiz. 1-3, min. 61, Mancosu. 1-4, min. 82, Llorente.

Arbitro Marco Piccinini. Ammoniti Ghoulam (min. 22), Tachtsidis (min. 37), Gabriel (min. 39), Elmas (min. 45+1), Tabanelli (min. 49), Fabian Ruiz (min. 53). Match valido per la quarta giornata di Serie A.

VAVEL Logo
CHAT