Rio 2016 - Pareggio che sa di vittoria per la Germania, con l'Australia è 2-2

Grazie a questo risultato, le tedesche vedono vicinissimo il passaggio del turno. Un gran peccato per l'Australia, che ha disputato una buonissima partita.

Rio 2016 - Pareggio che sa di vittoria per la Germania, con l'Australia è 2-2
Le tedesche alla fine hanno riacciufato il risultato
Germania
2 2
Australia
Germania: Schult, Bartusiak, Krahn (Henning, min. 45), Maier, Kemme, Dabritz, Marozsàn (Goessling, min. 69), Behringer, Popp, Mittag (Kerschowski, min. 61), Leupolz
Australia: Williams, Kennedy, Alleway, Catley, Polkinghorne, Simon, Gorry, Kellond-Knight, Kerr (Logarzo, min. 82), De Vanna (Heyman, min. 66), Foord
SCORE: 0-1, min. 6, Kerr. 0-2, min. 45, Foord. 1-2, min. 45+2, Dabritz. 2-2, min. 87, Bartusiak.
ARBITRO: Anna Keighley (NZL). Ammoniti: Popp (min. 30), Henning (min. 56)
NOTE: Partita valevole per il Gruppo F del calcio femminile. Olimpiadi di Rio 2016. Corinthians Arena, San Paolo. Capienza: 68 mila posti.

Germania e Australia si affrontano in un match fondamentale per le sorti del gruppo F. Dopo la sconfitta con il Canada le isolane sono infatti costrette a vincere, se vogliono mantenere vive le speranze di qualificazione. Le tedesche invece, nel caso riuscissero a conquistare i tre punti, vedrebbero il turno successivo ad un passo. Alla fine la partita finisce con un pareggio (2-2), più utile alla Germania che all'Australia, anche se quest'ultima deve ancora affrontare il non irresistibile Zimbabwe.

Partita da subito scoppiettante, con diversi tiri ed un gol già al 6'. È l'Australia a passare in vantaggio, la Kerr porta in vantaggio le sue compagne con un tiro nel cuore dell'area. La Germania prova a rispondere subito, con la Marozsan che si vede parare due conclusioni e la Popp che però manda fuori il suo tiro da buona posizione. Al 16' è invece l'Australia ad andare di nuovo vicina al gol, ma prima Alleway e poi Foord non trovano lo specchio della porta. Partita che va ad ondate e i minuti tra il 20' e il 30' sono di nuovo di marca tedesca, ma sia la Maier che la Popp sono imprecise e non riescono a trovare il pareggio.  Partita che torna ad infiammarsi negli ultimi dieci minuti, ma bisogna attendere fino al 41' per rivedere una parata: la Behringer con un tiro dalla distanza costringe Williams a mettere in angolo. Al 45' l'Australia trova il raddoppio con un gol di precisione della Foord, ma neanche il tempo di festeggiare che la Germania accorcia le distanze, con la Dabritz che sfrutta lo spazio concessole in area per insaccare la palla. Il primo tempo dunque termina sul 2-1, con entrambe le squadre che non si sono risparmiate.

Anche il secondo tempo si apre su buoni ritmi. Al 56' Catley tenta il tiro dalla distanza da posizione molto defilata, ma la palla va di poco sopra la traversa. Pericolosissima pochi minuti dopo sempre l'Australia, con Foord che si invola verso il portiere avversario, ma all'ultimo secondo viene disturbata da un difensore e non riesce a concretizzare. Al 70' la neoentrata Heymans si mette in proprio, entra in area e, sfruttando un rimbalzo della palla, calcia in girata al volo, ma la Schult è attenta e con un bel salto para la conclusione. Al 76' Kemme scocca un bel tiro dalla distanza, la Williams mette in angolo tuffandosi, ma forse il pallone era già destinato ad uscire. Al 79' la Schult rischia la palla, rinviando male e consegnando il pallone alla Kerr poco fuori dall'area, ma quest'ultima calcia malissimo al volo e spreca tutto. All' 87' la Germania trova il pareggio: sfruttando un cross da calcio piazzato, la Bartusiak riesce ad insaccare la palla colpendola quasi casualmente con un fianco mentre stava effettuando il suo taglio verso la porta avversaria. Gol favorito probabilmente dal' ostruzione del difensore australiano, rivelatasi alla fine più dannosa che utile. Finisce dunque 2-2.

La classifica del gruppo F, dopo questa giornata, recita dunque così: Canada 6, Germania 4, Australia 1, Zimbabwe 0. Un vero peccato per le isolane, che per tutta la partita hanno giocato alla pari e a tratti anche meglio delle tedesche. Ora però bisogna battere lo Zimbabwe e sperare che la Germania non vada a punti con il Canada, per poi cercare di passare il turno grazie alla statistica. Nordamericane invece che, con questo risultato, sono già qualificate, mentre le africane dicono addio a Rio.