Roma fuori dalla Champions, Spalletti: "Risultato duro da digerire"

Le parole del tecnico giallorosso: "Per rimettersi in ordine servono due o tre mesi eccezionali, ci diranno di tutto perché si poteva evitare questa sconfitta".

Roma fuori dalla Champions, Spalletti: "Risultato duro da digerire"
Roma fuori dalla Champions, Spalletti: "Risultato duro da digerire"

Nulla da fare per la Roma di Luciano Spalletti: i giallorossi, dopo l'1-1 in Portogallo, sono stati battuti 0-3 davanti al proprio pubblico. Niente Champions League, la Roma riparte dall'Europa League.

Doveva essere una notte da Champions per la Roma ed, invece, è stata una serata da incubo: "Abbiamo perso una partita importante - ha affermato Luciano Spalletti a Mediaset Premium - che ci crea difficoltà altrettanto importanti nel ricreare un ordine perché è un risultato difficile da digerire per come è venuto e per quelle che sono state le fatiche fatte per arrivarci. Noi abbiamo sicuramente sbagliato all’inizio nella gestione della palla, era quello che mi premeva e che mi ero immaginato perché la partita scorresse su binari corretti e le mie scelte erano andate in questa direzione. Non ci siamo riusciti e loro sono stati bravi ad andare in vantaggio poi quando ci stavamo riorganizzando siamo rimasti in 10 ed è diventato tutto più difficile".

A dare il via al tracollo giallorosso le espulsioni di De Rossi e Emerson Palmieri tra la fine del primo e l'inizio del secondo tempo: "Sono ingenuità perché poi questo fatto qui di finirle in 11 le partite è stata una caratteristica nostra dell’anno scorso -ha concluso il tecnico giallorosso - perché non abbiamo mai dato adito al direttore di gara di farci cacciare i giocatori e ora non capisco come mai è successo questo, si poteva essere più calmi in queste situazioni. Noi ci possiamo mettere anche le 15-16 partite dell’anno scorso dove non è successo niente. Per me è una cosa nuova e il via gliel’ha dato un giocatore che ha esperienza, qualità e passato in una società in cui giocano solo a pallone. Vermaelen era arrivato da tre giorni, la squadra fino a questo momento qui non aveva mai interpretato in maniera sbagliata nessun tipo di pallone. Noi abbiamo anche dei regolamenti nostri dove ci sono dei comandamenti in cui c’è scritto che ci sono delle punizioni per chi lascia la squadra in 10. Si è visto un epilogo diverso ma noi non avevamo avuto avvisaglie"

Anche Strootman ha parlato nel post-partita: "Non abbiamo iniziato bene la partita, non so perché. Sapevamo cosa fare in campo, ma non abbiamo fatto le cose giuste. Loro non hanno fatto molto, ma hanno subito segnato. Poi abbiamo preso due rossi, siamo rimasti in nove e la gara è andata.  Problema di testa?Forse perché hanno mollato un po’ anche loro. Peccato però e dispiace perché è la prima volta che perdiamo 0-3 in casa. Siamo tutti incazzati, delusi. Dobbiamo fare molto meglio di oggi. Dobbiamo lavorare tanto per tornare al nostro livello, lavorare tutti insieme e migliorare tutti insieme"