Roma, ricorda che la via più breve al titolo è la Coppa Italia: si parte con la Samp

Stasera (h 21) in un Olimpico gelato si apre il cammino in Coppa della Roma: in casa arriva la Samp, già incrociata a settembre in campionato.

Roma, ricorda che la via più breve al titolo è la Coppa Italia: si parte con la Samp
gazzettagiallorossa.it

Non sarà un match da grandi numeri, tra gelo, scosse di terremoto, e giorno feriale. Ma l'importanza celata dietro Roma-Samp è maggiore di quanto si pensi. Intanto, apre il cammino nel trofeo sul quale la Roma punta le fiches principali, vista la corposa possibilità di portare a casa il titolo, come ogni anno. E poi il match ha in dote la possibilità di portare la squadra di Spalletti verso quella continuità di risultati che, effettivamente, traspare già in campionato, con solo un ko nelle ultime 7 gare, a Torino con la Juve. 

Ora il via in Coppa Italia, contro una difficile Samp, incrociata in settembre in campionato, e battuta per 3-2 solo nei minuti finali grazie ad un penalty trasformato da capitan Totti, che stasera dovrebbe partire titolare.

I NUMERI

Roma e Samp spesso contro: negli ultimi 5 scontri diretti meglio la Roma con 2 vittorie, le ultime due sfide. Prima un ko, netto, della Roma di Garcia (0-2) e ancor prima un pari a reti bianche. In A, meglio la Roma che non perde da dicembre, la Samp viene dal pari interno contro l'Empoli e dal ko a Napoli. Francesco Totti ha bucato la rete doriana per ben 15 volte in carriera.

IN CAMPO

Luciano Spalletti prepara il 3-4-2-1 nel quale sarà il portiere di coppa, Alisson, a trovare posto dal 1’ tra i pali. In difesa, Juan Jesus non è al meglio ma dovrebbe recuperare in tempo. Il brasiliano non ci sarà nel prossimo turno di campionato a causa di una squalifica, per lui dovrebbe quindi essere scontata una maglia da titolare al fianco, con ogni probabilità, di Rudiger e Manolas, nel caso in cui le sue condizioni lo permettessero. Bruno Peres e Mario Rui, all'esordio, dovrebbero presidiare gli esterni, De Rossi e Paredes sono pronti a comporre il duo di mediana. In attacco, Dzeko o Totti, alle spalle del "9" spazio ad El Shaarawy e Nainggolan.

Giampaolo dovrebbe rispondere con un 4-3-1-2 nel quale Pereira, Skriniar, Silvestre e Pavlovic dovrebbero formare il quartetto difensivo davanti a Puggioni. A centrocampo, Cigarini sarà il vertice basso di un rombo che prevede Linetty e Palombo ai suoi fianchi, con Bruno Fernandes chiamato ad agire in posizione di trequartista. In attacco, probabile conferma per Schick, Muriel dovrebbe invece rifiatare.

Fischio d'inizio alle 21, arbitra il sig. Calvarese di Teramo.