Roma, passerella europea a Pescara

La Roma si libera del Pescara con un 1-4 utile per tenere lontano il Napoli e arrivare bene al derby di domenica. Spente le polemiche per una strana sostituzione di Dzeko.

Roma, passerella europea a Pescara
asroma.it

Serviva vincere per inquadrare il campionato. Vittoria è stata. La Roma saluta il Pescara (che scende in B dopo una stagione fallimentare) stendendo gli abruzzesi con un doppio colpo di Salah (stagione da record di gol), Nainggolan (anche per lui i record sono evidenti) e Strootman, al quarto gol in campionato. Quattro reti che portano la Roma a 74 gol fatti in A, un numero impressionante che conferma la grande caratura offensiva dei giallorossi. Nel match di Pescara c'è questo, c'è la spinta giallorossa, ma c'è anche altro.

LEGGI LA CRONACA

Nella gara dell'Adriatico entrano senz'altro 90 minuti di ottima attenzione tattica della Roma, ma anche di una relativa depressione pescarese, complice l'imminente verdetto di retrocessione, puntualmente arrivato al fischio di Irrati. Gli Abruzzesi tentano anche di inventare qualcosa, soprattutto sullo 0-0, complici piccole falle della Roma nell'andare a rete. Ma l'uno-due di fine prima frazione è la pietra sul match: per la Roma significa carica, per il Pescara è un macigno dal sapor di cadetteria. A quel punto il secondo tempo è un gioco di sguardi, con la Roma serena e il Pescara disilluso. Il tempo di trovare altri due gol, con Salah. Il doppio acuto dell'egiziano non fa trovar più tracce di Pescara in campo. Solo con la forza di orgoglio e soddisfazioni episodiche i biancoblu trovano il gol della bandiera, con quel Benali da cui ripartire dalla B, con mister Zeman, forse. Con, sicuramente, una dirigenza diversa. Nel momento in cui anche a Roma cambieranno molte cose (già in tribuna presente Monchi) e sarà tempo di chiarimenti (Spalletti, Totti, Manolas, De Rossi)...Chiarire gli obiettivi per una lunga amicizia sportiva.

LE PAGELLE

Szczesny 6,5 inoperoso, ma reattivo.

Rudiger 6,5 prezioso anche in fase offensiva, realizza bei cross.

Manolas 6 il più punzecchiato da Spalletti, sbaglia sul gol abruzzese.

Fazio 6,5 molto ordinato, non esagera.

Emerson 6 bene sul 3-0 dei suoi, ma non è ancora al top della condizione. (Jesus sv)

Paredes 6,5 sempre molto elegante nel condurre palla e nel proporre soluzioni "visionarie", come nel quasi gol di Nainggolan del primo tempo. (Perotti sv).

Strootman 7 ha il merito di sbloccare la gara e in generale di garantire sempre attenzione e velocità ai suoi.

Salah 7,5 quando è in condizione ci sono pochi in grado di fermarlo. Secondo tempo da gran talento.

Nainggolan 7 ottima gara del belga, che alla 250esima in Serie A trova l'ennesimo gol in stagione. Potevano essere due.

El Shaarawy 7 stasera veste i panni dell'altruista e serve ottimi palloni. 

Dzeko 6,5 bene in campo...tutta da capire la strana reazione ad una altrettanto strana scelta di Spalletti di sostituirlo. (Grenier sv).

All.Spalletti 7.