Lazio - Napoli in Serie A 2016/17 (0-3): Napoli dominatore all'Olimpico!

Lazio - Napoli in Serie A 2016/17 (0-3): Napoli dominatore all'Olimpico!
Lazio
0 3
Napoli
Lazio: (3-4-2-1): Strakosha; Bastos (Hoedt 51'), Wallace, Radu; Basta (Patric 59'), Parolo, Murgia (Keita 51'), Lukaku; Felipe Anderson, Milinkovic Savic; Immobile.
Napoli: (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik (Rog 79'); Insigne, Mertens (Milik 83'), Callejon (Zielinski 74').
SCORE: 0-3- Callejon 26', Insigne 51', 92'.
ARBITRO: Irrati. Ammonisce: Bastos, Milinkovic Savic, Patric (L), Hysaj, Zielinski (N).
NOTE: Match valido per la 31^ giornata del campionato di Serie A Tim 2016/17. Dall'Olimpico di Roma, i padroni di casa della Lazio ospitano il Napoli. Calcio d'inizio: ore 20.45.

Per Lazio - Napoli è tutto.A nome di Alessandro Cicchitti, la redazione calcio di Vavel Italia Vi ringrazia per aver seguito in nostra compagnia la sfida, e Vi rimanda ai prossimi appuntamenti sempre live, qui su Vavel Italia.

22.48 - Per la Lazio invece, si tratta di una serata assolutamente da dimenticare. I Biancocelesti, forse rimasti con testa e gambe all'impegno di coppa con la Roma, hanno fornito una delle prestazioni più scialbe dell'intera stagione. In partita solo per un breve periodo di tempo - quando il punteggio era già di 0-2 - i ragazzi di Inzaghi non sono stati in grado di sfruttare la chance offerta dalla classifica. Con questo zero, il sogno Champions svanisce, mentre quello Europa League resta lì alla portata. In questo turno infatti, il solo Milan ha vinto tra le squadre in corsa per l'Europa.

22.45 - Si tratta di un successo dal valore doppio per il Napoli, dominatore incontrastato nella notte dell'Olimpico. I Partenopei riscattano l'eliminazione dalla Tim Cup e al tempo stesso, blindano il terzo posto proprio dagli attacchi della Lazio. Con questi tre punti, si allarga a 7 punti il divario tra le due squadre. Resta a +4 dal Napoli la Roma, ancora nel mirino dei Partenopei.

94' - FINISCE QUI, NON C'E' PIU' TEMPO ALL'OLIMPICO. IL NAPOLI STRITOLA LA LAZIO DI SIMONE INZAGHI, RIFILANDO AI BIANCOAZZURRI UN PASSIVO PESANTE: 0-3 IN FAVORE DEGLI AZZURRI CHE FESTEGGIANO GRAZIE AL GOL DI CALLEJON E LA DOPPIETTA DI INSIGNE.

92' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOLLLL! TRIS NAPOLI, ANCORA CON LORENZO INSIGNE. CONTROPIEDE PERFETTO, ORCHESTRATO PROPRIO DALLO STESSO INSIGNE: PALLONE A SINISTRA PER MILIK, LA CUI APERTURA VERSO IL CENTRO DELL'AREA TROVA LA GRAN SPONDA DI ZIELINSKI. IL POLACCO PULISCE IL PALLONE ADDOMESTICANDO PER L'ARRIVO A RIMORCHIO DI INSIGNE. DESTRO MILLIMETRICO CHE TERMINA ALL'ANGOLINO. DOPPIETTA E 0-3 NAPOLI.

90' - Ci saranno quattro minuti di recupero.

89' - Brutto intervento di Patric, ammonito da Irrati.

87' - In precedenza era stato ammonito anche Zielinski.

86' - Ammonito Hysaj nel Napoli.

85' - Altra conclusione pericolosa ad opera del Napoli: tanto spazio per vie centrali, con la percussione di Rog che non trova nessun opponente fino all'ingresso dell'area avversaria. Il croato poi, decide per il tiro in porta, ma senza far male a Strakosha. Conclusione centrale.

84' - Subito Milik protagonista: assist di Rog per il polacco, che da posizione defilata non trova il palo lontano. Pallone sui cartelloni pubblicitari.

83' - Terzo cambio nel Napoli: dentro Milik, fuori Mertens.

79' - Secondo cambio nel Napoli: dentro Rog, fuori Hamsik.

79' - Altro tentativo dalla distanza ad opera di Milinkovic Savic. Questa volta, il pallone termina alto sopra la traversa di Reina.

76' - Rischia grosso la difesa Partenopea: gran giocata di Anderson, il cui cross coglie in difficoltà la coppia Koulibaly - Reina. Il portiere spagnolo si salva con il pugno sullo scatenato Patric!

74' - Cambio nel Napoli: dentro Zielinski, fuori Callejon. Si copre Sarri.

71' - INCREDIBILE OCCASIONE NON SFRUTTATA DALLA LAZIO: SEMPRE KEITA AD ISPIRARE CON LE SUE FINTE ALL'INTERNO DELL'AREA PARTENOPEA. IL SUGGERIMENTO NEL MEZZO E' PERFETTO, MA LUKAKU NON TROVA L'IMPATTO GIUSTO. LA SFERA ALLORA, CARAMBOLA SUI PIEDI DI PARTIC CHE DA DUE PASSI COLPISCE A BOTTA SICURA. SULLA LINEA PERO', C'E' L'INTERVENTO SALVA RISULTATO DI INSIGNE.

71' - Hoedt! Altra occasione Lazio. Conclusione dal limite da parte del difensore olandese. Pallone che termina di poco a lato.

70' - Ancora Reina decisivo! Gran lancio alle spalle della linea di Sarri, sorpresa dall'inserimento di Patric. Lo spagnolo ci prova in scivolata, ma Reina è ancora super! Palla in angolo.

69' - KEITA! Fiammata della Lazio con l'attaccante senegalese: tiro a giro da parte dell'ex canterano del Barça ben disinnescato da Reina.

68' - Ennesima conclusione tentata da Hamsik, ancora dal limite dell'area, ancora con Strakosha a dire di no.

66' - Lazio che attacca in modo confusionario, cercando di avere la meglio almeno sul piano della fisicità in area di rigore. Il batti e ribatti favorisce Milinkovic Savic, la cui conclusione a rimorchio, - dal limite - non trova lo specchio di porta.

64' - Gioco fermo all'Olimpico: Albiol è rimasto giù dopo uno scontro di gioco a centrocampo.

59' - Ultimo cambio nella Lazio: dentro Patric, fuori Basta.

54' - Altra grande chance per la Lazio, tornata a premere dopo lo 0-2 di Insigne: torsione volante tentata da Immobile, il cui destro ravvicinato è bloccato dalla schiena di Hysaj.

53' - Subito una grande chance per Keita: la sua velocità supersonica mette in crisi la difesa di Sarri. Reina esce ma non arriva sulla sfera; a quel punto Keita - con lo specchio di porta stretto - prova l'assist verso la corrente Lukaku la cui conclusione non è precisa.

52' - Doppio cambio nel Napoli: dentro Keita e Hoedt. Fuori Murgia e Bastos.

51' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOLLLLL! ARRIVA IL GOL DEL NAPOLI, DOMINATORE ASSOLUTO IN QUESTO AVVIO DI RIPRESA. HA COLPITO LORENZO INSIGNE CHE SI FA PERDONARE DOPO L'ERRORE CLAMOROSO IN CHIUSURA DI TEMPO. ALLAN ALZA LA SFERA VERSO INSIGNE, CHE CON TEMPISMO E FORTUNA ANTICIPA I DIFENSORI DI INZAGHI OLTRE ALLO STESSO STRAKOSHA. GOL NUMERO 14 IN QUESTA STAGIONE. NAPOLI CHE METTE LA FRECCIA. 0-2.

49' - OCCASIONE NAPOLI: Percussione debordante da parte di Hamsik, il cui pallone verso secondo palo (ancora una volta indirizzato verso Callejon) ha trovato una decisiva deviazione. Solo angolo per il Napoli.

48' - Ancora Napoli: tentativo di Mertens, la cui conclusione da posizione defilata trova i guantoni di Strakosha.

48' - Bolide terra aria scagliato da Hamsik. Pallone che va via forte e secco, indirizzato sul palo basso. Strakosha è bravo nella respinta.

47' - E' partito bene il Napoli in questo avvio di ripresa: altro tentativo verso la porta di Strakosha, questa volta ad opera di Mertens. Pallone ribattuto.

47' - Incomprensione tra Insigne e Mertens: sul pallone del 24 per il 14 si è frapposto Murgia, diligente ed ordinato per quanto fatto vedere nei primi 45'.

46' - Primo pallone mosso dalla Lazio, costretta ad inseguire.

46' - VIA, INIZIATO IL SECONDO TEMPO ALL'OLIMPICO.

21.50 - Squadre di nuovo in campo; sta per riprendere il match. Non ci saranno cambi all'intervallo.

21.45 - Le squadre sono pronte per fare il loro ritorno in campo.

21.41 - Dopo la stoccata dello spagnolo, la Lazio ha tentato la reazione con la conclusione di Felipe Anderson, ben disinnescata da Reina. Per il resto, si è vista una Lazio in difficoltà dal punto di vista della brillantezza, capace di pungere solo con conclusioni da fuori.

21.39 - E' stato un primo tempo a forti tinte Partenopee quello dell'Olimpico di Roma: nonostante una partenza incoraggiante, la Lazio è sembrata a lungo in balia della ragnatela Napoletana. Come spesso accade, la squadra di Sarri ha saputo imporre il proprio gioco, sbloccando al termine di una bellissima azione con Callejon. 

46' - FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO DELL'OLIMPICO. NAPOLI IN VANTAGGIO GRAZIE AL GOL DI CALLEJON, ALLA 200^ COL LA MAGLIA DEL NAPOLI. AL MOMENTO, PARTENOPEI A +7 SUI BIANCOCELESTI.

43' - Clamorosa opportunità fallita dal Napoli: contropiede orchestrato da Mertens che liberatosi di due uomini ha servito il solo Insigne che ha fallito l'appuntamento con la rete. Piatto destro di poco a lato. Napoli vicinissimo allo 0-2.

43' - Disattenzione da parte della difesa di Maurizio Sarri, che per poco non rischia di prendere gol su un pallone scoperto. Parolo lancia in profondità Immobile; l'ex Pescara aggira Reina, esce dall'area di rigore, rientra sul destro, ma non inquadra lo specchio. Occasione Lazio.

37' - Occasione potenziale in favore del Napoli: ottima transizione offensiva da parte dei Partenopei, pericolosi con il cross indirizzato al centro per Hamsik. Il capitano non è arrivato per poco sul suggerimento di Insigne.

33' - Napoli pericoloso sull'asse Hysaj - Mertens. Il pallone dell'albanese è diretto nel mezzo, ma il folletto belga non arriva all'impatto, favorendo l'intervento di Strakosha.

30' - Risponde la Lazio! Grande occasione per i biancocelesti: la conclusione violentissima ad opera di Felipe Anderson viene respinta in due tempi da Pepe Reina.

26' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOLLLLL! NAPOLI IN VANTAGGIO! HA COLPITO JOSE MARIA CALLEJON! AZIONE DA NAPOLI QUELLA CONFEZIONATA TUTTA PALLA A TERRA DAI TENORI PARTENOPEI: MERTENS ISPIRA, HAMSIK GIUNGE A RIMORCHIO E APRE IL PIATTO, INDIRIZZANDO SUL SECONDO PALO. STRAKOSHA VIENE TAGLIATO FUORI, COSI' COME IL RESTO DELLA DIFESA DI INZAGHI. CALLEJON INVECE, ARRIVA PUNTUALE ALL'APPUNTAMENTO E PER LUI E' UN GIOCO DA RAGAZZI DEPOSITARE IN RETE. 0-1.

21' - Strakosha è indeciso, ma alla fine risolve tutto smanacciando la sfera lontano dalla zona nevralgica.

20' - E' Bastos il primo ammonito del match. Intanto il Napoli guadagna un corner.

19' - Azione pericolosa quella del Napoli, pericoloso prima con l'imbucata di Insigne, poi con il filtrante di Mertens per Hamsik. In entrambi i casi, la difesa di Inzaghi ha eretto il muro.

16' - Gioco di prestigio ad opera di Mertens, poi raddoppiato e successivamente fermato dalla coppia Bastos - Wallace.

13' - Grande invenzione di Allan, il cui filtrante era diretto sulla corsa di Mertens. Gran lettura di Wallace che si intromette sulla traiettoria.

13' - Ancora Milinkovic Savic, una spina nel fianco per il Napoli in questo avvio di match. Altra conclusione ad opera del serbo, catturata senza grosse difficoltà da Reina.

11' - Tentativo velleitario da parte di Mertens, alla conclusione radente l'erba (per altro decisamente lenta) da oltre 25 metri. Strakosha controlla la traiettoria larga.

8' - Ancora Milinovic Savic, scatenato in queste prime battute di gioco. Tentativo personale ad opera del serbo, fermato in modo sospetto proprio al limite dell'area Partenopea.

6' - OCCASIONE LAZIO! LA PRIMA DEL MATCH! Manovra che collassa a destra per liberare Savic a sinistra: il pallone è preciso per Milinkovic che ha tempo per coordinarsi e colpire a rete. La deviazione di Koulibaly evita problemi a Reina. Palla in angolo.

5' - Percussione centrale tentata da Allan, bloccato all'ingresso dell'area di rigore biancoceleste.

3' - Fraseggio basso e prolungato ad opera del Napoli, rigettato all'indietro dopo il tentativo di penetrazione (fallito) a sinistra.

2' - Pressione fruttuosa quella della Lazio, alla riconquista della sfera dopo l'errore in fase di controllo commesso da Strinic.

1' - Subito in avanti con molti uomini la squadra di Sarri, incontrata dalla difesa a tre di Inzaghi e dal decisivo ripiegamento di Lukaku su Mertens.

1' - Primo pallone toccato dal Napoli.

1' - VIA, SI PARTE!E' INIZIATA LAZIO - NAPOLI.

20.47 - Tutto pronto all'Olimpico!

20.46 - Eccole, le squadre in campo.

20.45 - I due capitani, Radu e Hamsik, sono al centro del campo per lo scambio dei gagliardetti e la scelta tra palla o campo.

20.45 - Il direttore di gara è il Signor Irrati.

20.44 - Suona O' Generosa, inno del campionato di Serie A Tim.

20.44 - Squadre in campo!

20.39 - Tutto pronto all'Olimpico. Le squadre sono nel tunnel che porta al terreno di gioco.

20.32 - Le squadre stanno abbandonando il terreno di gioco. Warm up terminato all'Olimpico! Si avvicina il momento del kick off!

20.24 - Ecco i due schieramenti a confronto.

20.23 - Ecco le squadre in campo!

20.14 - Ecco la Lazio che entra in campo sotto la curva nord.

20.07 - In attesa della squadre - che a breve entreranno in campo per il riscaldamento - si accendono i riflettori all'Olimpico.

20.05 - Classico 4-3-3 per il Napoli di Sarri, che comunque varia rispetto al match con la Juve e alle attese della vigilia. In difesa, con i titolarissimi manca Ghoulam. A sinistra infatti, c'è il croato Strinic. A centrocampo, fuori Diawara e Zielinski; dentro Allan e Jorginho. In avanti, torna il tridente piccolo, con Mertens punta centrale, Insigne a sinistra e Callejon a destra.

NAPOLI: (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon.

20.02 - Ed ora passiamo all'undici scelto da Maurizio Sarri per il match di questa sera.

20.01 - Contrariamente alle attese della vigilia, la Lazio si schiera con un 3-4-2-1 e non con un 3-5-2. Inzaghi, - questa è la novità più importante - non recupera Biglia, dato in forse per via della solita infiammazione. Nel cuore del centrocampo, al posto dell'argentino, viene proposta la coppia Parolo - Murgia. In difesa invece, l'assente illustre è De Vrij. Out anche Marchetti, tra i pali c'è Strakosha, difeso dal terzetto composto da Radu, Wallace e Bastos. A centrocampo, le corsie esterne saranno presidiate da Basta e Lukaku. In avanti invece, Felipe Anderson e Milinkovic Savic faranno da supporto all'unica punta Immobile.

LAZIO: (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, Wallace, Radu; Basta, Parolo, Murgia, Lukaku; Felipe Anderson, Milinkovic Savic; Immobile.

19.58 - Ed ora passiamo alla lettura delle formazioni ufficiali. Iniziamo dalla Lazio di Simone Inzaghi.

19.57 - Umori opposti hanno differenziato la vigilia delle due squadre. Nonostante la sconfitta con la Roma, la Lazio ha centrato la qualificazione alla Finale di Tim Cup; il Napoli invece, vittorioso sulla Juventus, ha dovuto dire addio alla competizione, tradito una volta di più dalla pesantissima doppietta di Higuain.

19.56 - Sarà un Napoli elegante quello di scena all'Olimpico stasera. I Partenopei infatti, scenderanno in campo con la terza maglia, quella black and gold.

19.55 - Prima di passare alla lettura delle formazioni ufficiali, facciamo un giro nello spogliatoio degli ospiti.

19.54 - Ecco un'immagine catturata qualche minuto fa: i calciatori del Napoli sul prato dell'Olimpico per la consueta ricognizione sul terreno di gioco dell'Olimpico.

19.52 - Anche il Napoli guarda oltre la Lazio. Gli Azzurri mirano anche al secondo posto di cui è titolare la Roma. La vittoria netta dei giallorossi, oggi in quel di Bologna, costringe il Napoli al successo per non perdere terreno in modo decisivo.

19.49 - I Partenopei, devono guardarsi le spalle proprio dalla Lazio di Inzaghi (quattro punti distante e pronta a sfruttare il fattore Olimpico per avvicinare i rivali). I biancocelesti però, con un occhio tengono sotto controllo anche le posizioni appena sotto la loro. In questo turno infatti, solo il Milan ha vinto. L'occasione per allungare in modo decisivo è dietro l'angolo.

19.48 - Questa sera sono in palio punti importantissimi per Lazio e Napoli. Le due squadre (rispettivamente terza e quarta in classifica) si contendono l'ultimo posto utile per l'accesso in Champions. 

19.46 - Benvenuti all'Olimpico di Roma. Il tramonto capitolino colora quel tanto che basta il cielo sopra l'Olimpico, teatro del big match tra Lazio e Napoli.

19.45 - Cari Amici lettori di Vavel Italia buonasera e benvenuti alla diretta scritta live ed online di Lazio - Napoli, posticipo serale che chiude il programma relativo alla 31^ giornata del campionato di Serie A Tim 2016/17.

Entrambe reduci dagli impegni di Tim Cup, Lazio e Napoli sono costrette a gettarsi il passato alle spalle per vivere al meglio delle loro forze il big match che chiude la 31^ giornata di Serie A. Se le Aquile, - nonostante la sconfitta con la Roma - sono al settimo cielo vista la qualificazione alla Finale di Coppa Italia, i Partenopei, - che all'opposto, han battuto la Juve ma non ottenuto il pass per la finalissima - devono dimenticare il fantasma di Higuain e le polemiche che ne sono generate. Dunque, piedi per terra e razionalità: Lazio - Napoli è una delle sfide più attese di questo finale di stagione. Il motivo? Semplice, basta leggere la classifica di Serie A per accorgersi che i capitolini (titolari della quarta piazza) sono a sole quattro lunghezze dal Napoli terzo. E il terzo posto, si sa, è l'ultimo utile per accedere ai prossimi preliminari di Champions League.

Densa di significati come non accadeva da tempo, la sfida tra le due potenze del nostro campionato si preannuncia divertente, ricca di spunti e incertezze: se da una parte abbiamo la Lazio del giovane Inzaghi, allenatore in rampa di lancio capace di rigenerare talenti come Immobile, Keita e Anderson, dall'altra abbiamo un Maestro (della provincia) che da qualche tempo a questa parte ha deciso di mettere le tende in città: Maurizio Sarri infatti, è stato capace di plasmare il Napoli a sua immagine e somiglianza, finendo per tirar su una squadra tra le più spettacolari d'Europa. Ora, i due, così distanti nel loro modo di porsi ed allenare, si sfidano per un posto in Champions; un posto nell'olimpo dei grandi.

Immobile e Keita, festeggiano dopo la vittoria sulla Roma, in Coppa Italia. Fonte foto: corrieredellosport.it
Immobile e Keita, festeggiano dopo la vittoria sulla Roma, in Coppa Italia. Fonte foto: corrieredellosport.it

Per la Lazio, la settimana appena trascorsa è stata una delle più significative della stagione. L'attesa spasmodica per La Partita con gli odiati cugini della Roma, stava portando sulla via sbagliata i biancocelesti, in grave difficoltà ma ugualmente vittoriosi, nel turno precedente a Reggio Emilia. D'altronde, la stracittadina con la Roma - ancor di più se vale un posto in finale - è un match sentitissimo che toglie forze mentali prima ancora che fisiche. Opposta ad una squadra al momento poco equilibrata, la Lazio ha fatto leva sulle sue peculiarità per sfruttare il vantaggio accumulato all'andata e strappare il pass: la potenza fisica del centrocampo, gli inserimenti delle mezze ali, la velocità degli esterni, il killer instinct del suo centravanti. Con queste semplici ma efficaci mosse, Inzaghi ha saputo compiere il suo primo piccolo capolavoro.

Ora che i festeggiamenti per una finale che si preannuncia una rivincita con la Juventus, sono terminati già da un pezzo, a Formello si lavora duro per quella che già può essere considerata una finale: ovvero il match con il Napoli. I Partenopei sono lì, a distanza di pochi punti. L'occasione è ghiotta, l'umore alto e la condizione atletica eccellente. Nulla sembra poter inficiare negativamente sulla prestazione di una Lazio che si colloca certamente tra le rivelazioni della stagione. Ora però, è il momento di sfoderare una volta di più gli artigli: l'Aquila Olimpia ha già adocchiato la prossima preda.

Hamsik, Insigne e Allan esultano dopo un gol. Fonte foto: corrieredellosport.it
Hamsik, Insigne e Allan esultano dopo un gol. Fonte foto: corrieredellosport.it

Non deve piangere sul latte versato il Napoli, autore di una grande prestazione - insufficiente per il passaggio del turno - con la Juventus. Ribaltare il 3-1 dell'andata si è rivelato qualcosa di troppo difficile, ma il Napoli, la sua partita d'attacco e di cuore, l'ha fatta alla grande. Costretta a subire ancora una volta Higuain - possiamo dire, ormai bestia nera dalle parti del San Paolo - la troupe di Sarri non ha desistito. La reazione d'orgoglio, il bel gioco e i gol, sono tutti segnali da leggere in chiave positiva. Questo Napoli è reattivo, ed ora che non ha altri impegni all'infuori del campionato, può concentrarsi al 100% sul raggiungimento del posto Champions. Schiacciato nel panino romano, (la Roma è avanti di quattro punti e la Lazio dietro di altri quattro lunghezze) per il Napoli arriva il decisivo esame Olimpico.

Superato a pieni voti quello di non oltre un mese fa, (quando il Napoli battè la Roma, indirizzando di fatti lo scudetto verso Torino) ora, l'impressione è che tutto sia terribilmente più decisivo. Il passare delle giornate naturalmente, avvicina il verdetto ultimo, dunque, in caso di errori potrebbe non esserci più rimedio. Ecco perché questo Napoli affamato di successi, all'Olimpico è certo giochi col coltello tra i denti, alla ricerca di quella perfezione stilistica che già con la Juve avevamo ammirato a tratti. L'obiettivo, è quello di provare a limitare, - per quanto possibile - quelle distrazioni difensive che spesso rendono la vita complicata alla squadra di Sarri. Dotata di un attacco magico, la compagine Partenopea ha dimostrato anche nel doppio confronto con la Juve di peccare in quanto a continuità. Con la Lazio però, serviranno 90 minuti e oltre i più vicini possibili alla perfezione.

Il Napoli, cooperativa del gol. Fonte foto: tuttosport.it
Il Napoli, cooperativa del gol. Fonte foto: tuttosport.it

Alla super sfida con i Partenopei, la Lazio di Simone Inzaghi arriva con più di qualche problema di formazione. Ancora fuori causa Marchetti, il titolare tra i pali sarà Strakosha. Davanti al giovane albanese, tutto sembra prevedere un 3-5-2. In forte dubbio De Vrij, i tre centrali dovrebbero essere Bastos, Hoedt e Radu. A centrocampo, linea a cinque con Basta e Lukaku esterni, Parolo, Biglia e Lulic interni. In avanti, coppia gol composta da Immobile e Felipe Anderson.

LAZIO: (3-5-2): Strakosha; Bastos, Hoedt, Radu; Basta, Milinkovic Savic, Parolo, Lulic, Lukaku; Felipe Anderson, Immobile. All. S. Inzaghi.

Immobile, trascinatore della Lazio. Fonte foto: corrieredellosport.it
Immobile, trascinatore della Lazio. Fonte foto: corrieredellosport.it

Qualche dubbio, come spesso accade, per Maurizio Sarri, la cui vigilia non è mai del tutto distesa. Il tecnico ex Empoli medita soprattutto per quelle che saranno le scelte a centrocampo. Quel che è certo, è il modulo: 4-3-3 con Hysaj, Albiol, Koulibaly e Ghoulam a proteggere i pali di Reina. A centrocampo i favoriti sono Hamsik, Zielinski e Diawara; Sarri però, ci ha abituati a più di qualche sorpresa dunque è meglio non dare nulla per scontato. In avanti invece, dovrebbe tornare dal primo minuto il tridente con Insigne, Mertens e Callejon.

NAPOLI: (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon. All. M. Sarri.

Higuain e Callejon, mattatori nell'ultimo confronto all'Olimpico. Fonte foto: tuttosport.it
Higuain e Callejon, mattatori nell'ultimo confronto all'Olimpico. Fonte foto: tuttosport.it

Due stagioni fa, probabilmente il confronto più rilevante se teniamo conto del solo recente passato. Dopo un lungo ed estenuante duello, Napoli e Lazio si affrontano al San Paolo all'ultima giornata. E' il 31 maggio e proprio come in questa stagione, in palio c'è la qualificazione ai preliminari di Champions League. L'inizio dei padroni di casa è da incubo: sotto 2-0 i ragazzi di Benitez trovano la forza per rimontare grazie alla doppietta di Higuain. Poi, il match ball. Il rigore del Pipita però, finisce dritto in Curva B. Il Napoli si dissolve e la Lazio passa 4-2. La festa biancocelese è ancora impressa nella mente dei tifosi capitolini. Eppure, in quella stagione, la sfida dell'Olimpico vide proprio i Partenopei trionfare: uno 0-1 siglato da Higuain che però non sarà sufficiente a raggiungere l'obiettivo atteso.

Keita, in gol all'andata. Fonte foto: corrieredellosport.it
Keita, in gol all'andata. Fonte foto: corrieredellosport.it

Lo scorso anno invece, a fare la voce grossa fu il Napoli di Sarri. Stritolata nel match del San Paolo (un umiliante 5-0 in favore del Napoli), nella gara di ritorno la Lazio non riuscì a giocare, distrutta dal palleggio e dalle doti tecniche di un Napoli che passò per 2-0. Nel match disputato quest'anno invece, Keita fu in grado di ammutolire il San Paolo. Quel preziosissimo 1-1 potrebbe fare la differenza anche nel caso in cui le due squadre arrivassero appaiate all'ultima curva di questo campionato.